Edda - Graziosa Utopia

26.02.2017

Dopo sei album con i Ritmo Tribale e tre da solista (più un EP live), Edda torna con “Graziosa Utopia”, un disco maturo, forte e disperato, denso di suggestioni, spiritualità, provocazioni e amore incondizionato.

“Graziosa Utopia” è il titolo del disco, ma non esiste alcuna canzone con quel nome: è il concetto che lega le note con le parole, la sintesi perfetta del percorso interiore che ha portato la nascita delle canzoni.

Le melodie, talvolta corrotte da brusche e geniali intuizioni musicali, si intrecciano con raffinate e suggestive scelte armoniche.

Non è un disco aggressivo e nemmeno un disco di protesta. Edda ha fatto pace con se stesso e dialoga con i suoi demoni con insospettabile leggerezza, dispensando immagini e sensazioni di rara forza e indiscutibile serenità.

Tornano molti temi: la paura di abbandonarsi, la trascendenza, le piccole contraddizioni della vita quotidiana, questa volta descritte attraverso una consapevolezza stilistica che solo un artista con una sensibilità così estrema può raggiungere.

In sintesi, “Graziosa Utopia” racconta un sogno condiviso, quello di provare a stare bene, nonostante tutto.

(Fonte: Audioglobe)

>> Facebook

>> Streaming (Woodwormusic)

>> Video "Signora"

Cesare Basile - U fujutu su nesce chi fa?

26.02.2017

A quasi due anni di distanza dal precedente "Tu prenditi l'amore che vuoi e non chiederlo più" che è valso una Targa Tenco per il miglior disco dialettale del 2015, ecco tornare Cesare Basile con un nuovo album di storie e canzoni.

È un canto dell'anima buia e profonda quello di Cesare Basile. Ancora una volta la scelta ricade sul dialetto siciliano, che si fa lingua e suono, oscuro e vivo, arcaico e contemporaneo al tempo stesso.

Ancora una volta l’autore dà forma e sostanza a un pugno di canzoni che si materializzato immediatamente in altrettanti pugni nello stomaco di chi ascolta.

È il suono del disco a marcare un fluire musicale totalmente inedito: un Mantra mediterraneo fatto di blues e di musica africana, di brani ipnotici spesso basati su uno solo accordo, di polifonie vocali e di controcanti femminili, di ossessive poliritmie percussive.

Il nuovo capolavoro di Cesare Basile.

(Fonte: Audioglobe)

>> Facebook

>> Streaming (Urtovox)

>> Video "Cincu pammi"

Angela Baraldi - Tornano sempre

26.02.2017

Dopo sette dischi, di cui due realizzati con Massimo Zamboni, e un’incubazione di cinque anni, esce il nuovo straordinario disco di Angela Baraldi dal titolo "Tornano sempre".

Un'idea nata dall'incontro della Baraldi con Giorgio Canali (qui produttore del disco) e Stewie DalCol, per il progetto "Love Tore Us Apart" un omaggio atipico alle canzoni dei Joy Division. Con loro, fin dalle prime note, Vittoria Burattini, batterista di Massimo Volume, che aveva già suonato nel disco “Baraldi Lubrificanti”.

“Tornano sempre” è frutto di improvvisazioni a microfono aperto, Angela con la Telecaster in mano o seduta dietro il piano elettrico, Stewie a stendere tappeti di chitarre o tastiere, Giorgio a storcere le dita sulla Les Paul, Vittoria a tenere insieme tutto con un groove rotondissimo e rotolante.

(Fonte: Audioglobe)

>> Facebook

>> Streaming (Woodwormusic)

Davide Shorty - Straniero

26.02.2017

“Straniero” è il primo album ufficiale di Davide Shorty. Il suo primo lavoro da solista esce ad un anno di distanza dalla partecipazione ad X-Factor, talent che gli ha consentito di farsi conoscere dal grande pubblico. L'indipendenza artistica ottenuta con la sua nuova etichetta Macro Beats è stata necessaria per realizzare ed essere pienamente soddisfatto di “Straniero”, un album personale e sentito in cui Davide ha voluto parlare non solo a se stesso, ma ad una intera generazione che si sente “straniera”, isolata ed emarginata in un mondo pieno di divisioni.

“Straniero” è un album che unisce il classico e il moderno, dove le indiscusse qualità canore di Davide Shorty vengono esaltate da ricercate sonorità tra l’hip hop, il soul, il funk e il jazz. Un album dal sound internazionale con testi figli della grande tradizione cantautorale italiana. Un lavoro ricco di collaborazioni importanti: Daniele Silvestri e la sua band, la neo soul band romana ThrowBack, il rapper Tormento (ex leader dei Sottotono) e la stella del rap underground Johnny Marsiglia. Davide ha composto e prodotto i brani del disco in prima persona con la collaborazione del tastierista Claudio Guarcello e del chitarrista Alessandro La Barbera dei Retrospective For Love.

Fonte: Agenzia Dire (www.dire.it)

>> Facebook

>> Video "Nessuno mi sente"

Samuel - Il codice della bellezza

26.02.2017

Primo progetto solista di Samuel, un album di dodici brani inediti, scritti tra Torino, Roma e Palermo e prodotto da Michele Canova tra New York e Los Angeles. “Il codice della bellezza” è un’ode all’essere umano, “fucina di idee e disastri”, un congegno che funziona ad emozioni, che ama, odia e tradisce, che si prende e si lascia. “Ho sempre pensato che la bellezza non fosse un concetto solamente estetico.” – racconta Samuel – “Il dono dell'eleganza, della sensibilità, dell'ironia fanno parte di un istinto interiore che rappresenta il bello degli essere umani. Ho provato ad immaginare la bellezza come un codice scritto dentro le persone speciali, quelle persone che sono fonte d'ispirazione per chiunque gli stia vicino”.

Cinque brani dell’album sono firmati da Samuel con Lorenzo Jovanotti, con cui duetta in “Voleva un’anima”. “Lorenzo Jovanotti è diventato una sorta di fratello maggiore musicale.” – rivela Samuel – “Mi è sembrato ci mettesse più energia Lorenzo in quei pochi giorni in studio per il mio progetto che io da quando avevo iniziato a pensarci! Quella di Lorenzo si chiama “generosità”, passione ed è proprio quella che lo ha reso Jovanotti, un artista ispirato una persona a cui non puoi non voler bene”.

>> Facebook

>> "Il codice della bellezza" (Album Trailer)

>> Video "Vedrai"

Gang - Calibro 77

26.02.2017

Undici pezzi iconici della scena italiana degli anni ’70 reinterpretati magistralmente dai fratelli Severini in arte Gang. Le tracce scelte sono di Francesco De Gregori, Fabrizio De André, Francesco Guccini, Claudio Lolli, Eugenio Finardi, Edoardo Bennato, Giorgio Gaber, Ricky Gianco, Gianfranco Manfredi, Ivan Della Mea e Paolo Pietrangeli.

>> Facebook

Michele Bravi - Anime di carta

26.02.2017

Un disco generato da 3 anni di lavoro, un percorso lungo che ha portato alla creazione di un album introspettivo e di rinascita. “Anime di carta” rispecchia tutta l’ecletticità di Michele, la sua voce interpreta una consapevole scrittura pop d'autore in questo disco, le cui coordinate sonore vengono spostate verso il sound internazionale, tra la tensione della musica elettronica e l'intimismo classico dell'ensemble d'archi.

>> Facebook

>> Video "Il diario degli errori"

Chiara - Nessun posto è casa mia

26.02.2017

“Nessun posto è casa mia”, prodotto da Mauro Pagani, è un disco importante, è l’album che, dice Chiara, avrebbe voluto comprare, l’album che avrebbe voluto fare se non avesse fatto X-Factor, se avesse fatto un percorso diverso.

L’album prende il titolo dal brano con cui Chiara ha partecipato al 67° Festival di Sanremo. Impossibile non soffermarsi alla frase “i posti sono semplicemente persone”, perché Chiara pare abbia saputo circondarsi delle persone giuste, quelle di cui si fida, quelle dove con tanta spontaneità sono nate le sue canzoni, nel salotto del suo appartamento che condivide con le coinquiline da tanto tempo da esser diventate una vera famiglia, lo stesso salotto dove ha ospitato e scritto insieme agli autori di questo nuovo progetto, “dove se si è sereni può nascere qualcosa di bello, senza forzature”.

Un percorso fatto anche di incontri fortuiti, quello con Mauro Pagani, quello con alcuni nuovi autori con cui Chiara ancora non aveva avuto modo di collaborare, l’album infatti porta le firme di Pacifico, Daniele Magro, Marco Guazzone, Giovanni Caccamo, Virginio, Edwyn Roberts e Stefano Marletta, Niccolò e Carlo Verrienti, persone che l’hanno capita, l’hanno spinta a esprimersi nel modo giusto, con la musica e le parole.

>> Facebook

>> Video "Nessun posto è casa mia"

La mafia uccide solo d'estate - La serie - Stagione 1

26.02.2017

di Luca Ribuoli

con Claudio Gioè, Anna Foglietta, Francesco Scianna, Valentina D'Agostino, Angela Curri, Nino Frassica

Ispirato al film di Pierfrancesco Diliberto (Pif), La mafia uccide solo d’estate porta in tv un modo nuovo di raccontare la mafia. Una serie che, così come il film, dissacra i boss e restituisce l’umanità dei grandi eroi dell’antimafia. Un sorriso ironico e mai banale sugli anni terribili degli omicidi eccellenti.

>> Facebook

Rocco Schiavone - Stagione 1

26.02.2017

di Michele Soavi

con Marco Giallini

Il Vicequestore Schiavone, nato e cresciuto a Trastevere, è un personaggio ruvido, saccente, sarcastico nel senso più romanesco del termine, maleducato e cinico quanto basta. Odia il suo lavoro, specialmente ora che si ritrova a doverlo svolgere ad Aosta, città nella quale è stato trasferito per motivi disciplinari. È sboccato, violento e le sue azioni spesso oltrepassano i margini della legalità. È un uomo con un passato oscuro, con molti scheletri nell’armadio. C'è solo una persona che riesce a penetrare la sua scorza dura: Marina, sua moglie. O meglio, la donna che è stata sua moglie fino a quel 7 luglio del 2007, giorno in cui la vita di Rocco ha cambiato rotta e si è incrinata...

>> Trailer

>> Facebook

All Night Long - Fuga nella notte

26.02.2017

di Gianluigi Sorrentino

con Clementino, Ntò

Un percorso non lineare attraverso la metropoli notturna che si rivelerà un contenitore di personaggi dai tratti allucinatori, tra membri di gang, sicari, cronisti, poliziotti ed un'unica missione 'all night long' … rimanere in vita!

>> Trailer

>> Facebook

Robinù

26.02.2017

di Michele Santoro

A Napoli, negli ultimi due anni, bande di adolescenti si combattono in una guerra dimenticata che è arrivata a contare oltre 60 morti. La chiamano “paranza dei bambini”: giovani ribelli che sono riusciti a imporre una nuova legge di camorra per il controllo del mercato della droga. Una paranza che da Forcella si insinua nei Decumani, e scende giù fino ai Tribunali e a Porta Capuana: il ventre molle di Napoli, la periferia nel centro, tra turisti che di giorno riempiono le strade e gente che di notte si rintana nei bassi trasformati in nuove piazze di spaccio, il vero carburante capace di far girare a mille il motore della mattanza.

"Oltre Gomorra c'è la verità. Molto più disperata. La prova è Robinù." (La Stampa)

"Un racconto vivo e dal vivo. Storie vere e facce vere." (Corriere della Sera)

"Il documentario di Santoro da voce a una parte di città che nasce con il destino segnato" (Roberto Saviano)

>> Trailer

 

Caffè

26.02.2017

di Cristiano Bortone

con Hichem Yacoubi, Dario Aita, Fangsheng Lu, Zhuo Tan

Attraverso il filo conduttore di un prodotto universale ed evocativo come il caffè, il film racconta tre storie di oggi, ambientate in tre parti del mondo molto lontane tra loro, ma emozionalmente molto vicine.

Un intreccio struggente, una risoluzione finale e un messaggio di speranza: con le sue tre storie, Caffè racchiude i profumi e le fragilità della società attraverso una profonda riflessione sul mondo contemporaneo.

"Uno degli esempi di cinema italiano dal più ampio respiro internazionale" (Ciak)

>> Trailer

La voce - Il talento può uccidere

26.02.2017

di Augusto Zucchi

con Rocco Papaleo, Antonia Liskova, Augusto Zucchi

"La voce" racconta la storia di Gianni (Rocco Papaleo), un imitatore di grande talento la cui carriera si è arenata alle esibizioni nei locali notturni. Dotato di una straordinaria capacità di "rubare" la personalità di chi imita, ne riproduce perfettamente la voce diventando magicamente "l’altro". Per questo viene contattato dai "servizi segreti" che gli chiedono, per il bene del Paese, di fare alcune telefonate con "altre" voci in cambio di un futuro professionale migliore. Tuttavia, una volta entrato nel gioco, è difficile uscirne e Gianni si rende conto di essere implicato in uno o più omicidi. Tenta di sottrarsi, ma viene ricattato. Il suo già fragile equilibrio psichico peggiora, fino ad arrivare a un tragico quanto inevitabile finale.

>> Trailer

La vita possibile

26.02.2017

di Ivano De Matteo

con Margherita Buy, Valeria Golino

Dal regista de 'La bella gente' e 'Gli equilibristi' un film sulla speranza, sulla forza delle donne, sulla capacità di nascere e rinascere ancora.

"Ricco di verità, calore, curiosità di vita." (Corriere della Sera)

"Una storia d'amore, di amicizia e speranza" (Avvenire)

>> Trailer

>> Facebook

Il Pan del Diavolo - Supereroi

21.02.2017

A quasi tre anni di distanza da "Folkrockaboom", esce il nuovo esplosivo album di Il Pan del Diavolo, dal titolo "Supereroi". Il disco è il frutto di anni di sperimentazione e potenti esibizioni live sui più importanti palchi italiani, ed è la naturale prosecuzione del ricco percorso artistico che ha portato il duo siciliano alla pubblicazione di tre dischi, un Ep e a collaborazioni significative, come quelle con i Sacri Cuori, Jd Foster e Craig Schumacher. Voltate le spalle alla rabbia giovanile, Il Pan del Diavolo torna per parlare con spudorata sincerità di consapevolezza, impugnando riff eclettici e sviluppando intense ballate spirituali: con "Supereroi" dimostra di avere ancora una volta qualcosa di importante da comunicare, prende coscienza di sé e supera i propri confini musicali. Importanti le partecipazioni di alcuni mostri sacri del rock italiano, come Piero Pelù (che ha co-prodotto una buona parte del disco), Tre Allegri Ragazzi Morti, Vincenzo Vasi e Umberto Maria Giardini. (Fonte: La Tempesta Dischi)

>> Facebook

>> Video "Tornare da te"

Julie's Haircut - Invocation and Ritual Dance of My Demon Twin

21.02.2017

Nuovo album per gli emiliani Julie’s Haircut, una delle band italiane più apprezzate all’estero, „Invocation and Ritual Dance of My Demon Twin” esce infatti per Rocket Recordings (etichetta inglese per la quale escono tra gli altri Goat e Gnod) ed è uno stupendo viaggio tra psichedelia, avant-rock e musica sperimentale. (Fonte: Audioglobe)

>> Facebook

>> Video "Salting Traces"

Cosmetic - Core

21.02.2017

Esce il nuovo album dei Cosmetic, Core, che vedrà la luce in formato CD ed LP per To Lose La Track e Dischi Sotterranei. La formazione shoegaze romagnola torna ad essere uno dei gruppi di riferimento della scena indipendente italiana grazie ad un grande disco che è stato anticipato dal video di “Fine di un’epoca”. (Fonte: Audioglobe)

>> Facebook

>> Streaming

>> Video "Fine di un'epoca"

Teta Mona - Mad Woman

21.02.2017

Concepito come naturale evoluzione dell’EP “Sheena” (2015), il nuovo album è stato costruito intorno ad un concetto che segue una grammatica di suono piuttosto personale ed emotiva. Interamente registrato e prodotto in casa, "Mad Woman" rappresenta l’unione di un cantautorato psych-folk con l’ipnotismo del dubwise in cui melodie accattivanti si contrappongono al suono profondo ed intimo delle linee di basso. Il primo singolo estratto da Mad Woman sarà “Whiskey”, b-side della grandissima Mina, a cui Teta Mona ha voluto dedicare il proprio tributo con uno dei due brani in italiano presenti nell’album. Il singolo è stato registrato e prodotto da Prince Jaguar. "Mad Woman" sarà la prima release della neonata label Garrincha Go Go", nata dalla collaborazione tra Garrincha Dischi (Lo Stato Sociale, Ex-Otago, Espana Circo Este, ecc) e la Treid Agency per la produzione e distribuzione italiana ed europea di progetti discografici in lingua inglese di artisti italiani ed internazionali. (Fonte: Audioglobe)

>> Facebook

>> Streaming

Giorgio Poi - Fa niente

21.02.2017

“Fa niente” è l’esordio discografico di Giorgio Poi. Nove brani in cui le parole accompagnano l’ascoltatore in un immaginario privato, abitato da melodie fluttuanti e dirompenti.

>> Facebook

>> Streaming

>> Video "Tubature"

Zeppetella / Bex / Laurent / Gatto - Chansons!

21.02.2017

"Chansons!" è un’idea musicale, un trattato di diplomazia, un abbraccio tra cugini. Un bel gioco, soprattutto, per raccontare due mondi vicinissimi, che da sempre si osservano con reciproca curiosità e si influenzano a vicenda. L’Italia e la Francia si stringono la mano e si alleano, mettendo in campo quattro talenti cristallini: Fabio Zeppetella e Roberto Gatto, a rappresentare il tricolore col verde; Géraldine Laurent ed Emmanuel Bex come ambasciatori dei "bleus". L’inedito quartetto interpreta undici canzoni che raccontano al meglio la tradizione musicale e più specificamente cantautorale dei due Paesi. Dal capostipite Bruno Martino, passando per De André e De Gregori e arrivando a Pino Daniele, da una parte. Jacques Brel e Leo Ferré, Yves Montand e Joe Dassin dall’altra.

Sentieri Selvaggi - Le sette stelle

21.02.2017

Debutto su etichetta Deutsche Grammophon per Sentieri Selvaggi, l’ensemble che da anni svolge un imporantissimo lavoro per la promozione della musica contemporanea presso il grande pubblico coinvolgendo compositori ed interpreti di altissimo livello. Come evidenziato da Carlo Boccadoro, che è anche il produttore dei questo album, “Le sette stelle” raccolgono alcune delle composizioni più significative del panorama attuale.

>> Facebook

Maxophone - La fabbrica delle nuvole

21.02.2017

Quello dei Maxophone è un nome importantissimo nel vasto panorama del progressivo italiano. Come molti altri colleghi, si sciolsero dopo un solo omonimo LP pubblicato nel 1975; ma quell'unico, bellissimo album, è più che sufficiente a proiettarli nell'olimpo dei Grandi del prog italiano. Al recente ritorno sulle scene mancava un solo tassello: un nuovo album di brani inediti, che vede finalmente la luce in questo "La fabbrica delle nuvole", orgogliosamente pubblicato in esclusiva da AMS Records. (Fonte: BTF)

>> Facebook

Luigi Tenco - Luigi Tenco

21.02.2017

Il 14 maggio 1965, Luigi Tenco pubblicò il suo primo album con la Jolly. Oggi, in occasione del Festival di Sanremo e del 50° Anniversario da quando Tenco, insieme a Dalida, fu protagonista del suo ultimo festival, la Saar pubblica per gli amatori e i collezionisti, questo eccezionale vinile LP in tiratura limitata in bianco trasparente, uno dei capolavori del grande cantautore. Disponibile anche in versione CD. (Fonte: BTF)

Dalida - The Jolly Years 1959-1962 (Canta in Italiano)

21.02.2017

È il novembre del 1960 quando esce il primo album di Dalida cantato in Italia. Lo pubblica la Barclay l’etichetta fondata nel 1954 da Eddie Barclay e che in Italia fu distribuita dalla SAAR e inserita nel suo catalogo Jolly. Dalida è già una star internazionale e i suoi dischi vengono pubblicati in tutto il mondo con successo. La Jolly sin dal gennaio del 1959 ha distribuito nel nostro paese i 45 giri della cantante. In catalogo finiranno anche numerosi extended play con quattro canzoni e un paio di LP di formato ridotto a 25 cm, diametro ereditato dai vecchi 78 giri da poco scomparsi. In un doppio CD viene pubblicato quell’unico album dell’autunno 1961 che viene riproposto integralmente a e a cui vengono aggiunte 20 canzoni pubblicate su altri supporti tra il 1959 e il 1962. Anche disponibile la ristampa dell'LP originale del 1961. (Fonte: BTF)