La morte mi fa ridere, la vita no - Maledetti e dimenticati della canzone italiana

05.08.2020

di Elisa Gobbi

Quattordici artisti italiani, sette “maledetti” (Fred Buscaglione, Piero Ciampi, Luigi Tenco, Franco Califano, Gabriella Ferri, Mia Martini e Rino Gaetano) e sette “dimenticati” (Daniele Pace, Ugolino, Franco Fanigliulo, Enzo Del Re, Stefano Rosso, Guido Toffoletti e Massimo Riva), accomunati dal divario tra grande talento e poca fortuna. Le loro gesta artistiche e umane sono raccontate in queste pagine attraverso testimonianze e interviste e in una veste narrativa che finalmente rende merito ai grandi artisti sfuggenti, ingiustamente snobbati, ignorati o cristallizzati nella loro condizione di eterni outsider, di cantanti non allineati verso cui noi tutti – musicisti e musicofili – abbiamo accumulato un debito. “Dobbiamo pagar pegno a Piero Ciampi” disse Fabrizio De André. Gli fece eco Guccini: “Tutti noi cantautori dobbiamo a Buscaglione l’invenzione di un nuovo genere musicale”.

Alfio Antico - Il dio tamburo

05.08.2020

Non è un romanzo, né una favola. Non è una biografia, nemmeno un’autobiografia. È, forse, tutte e quattro queste cose. O, piuttosto, non è niente di tutto questo. È, soprattutto, una storia. Quella di Alfio Antico, “u picuraro” diventato il dio del tamburo.

«Alfio Antico è un patrimonio dell’umanità, dovrebbe essere riconosciuto dall’Unesco», diceva Carmen Consoli. Perché il musicista lentinese non è un semplice ricercatore, né soltanto l’ultimo aedo di una cultura popolare. Alfio Antico è la “radica” di una cultura ancestrale.

Di nessuna chiesa - La libertà del laico

05.08.2020

di Giulio Giorello

Uno spettro si aggira per l'Europa: il relativismo, cioè il dogma che non c'è nessun dogma. Molti ne hanno paura ma chi vuole combatterlo non dovrebbe conoscerlo meglio? Dichiarare che esso comporta una più o meno quieta accettazione di qualsiasi teoria o costellazione di valori significa restare alla superficie delle cose. Come riconoscono i suoi più intelligenti avversari, il relativismo ha una componente fattuale: teorie, metodi e pratiche si sono rivelati efficaci in ambiti circoscritti. Ciò significa che teorie, metodi e pratiche vadano posti tutti sullo stesso piano? Nient'affatto. Piuttosto, là dove abbiamo buone ragioni per credere nella verità di una teoria, non possiamo escludere in linea di principio che si possano trovare argomenti per teorie rivali. È da tale possibilità che le nostre idee traggono forza e consistenza.

Andrà tutto bene

05.08.2020

di Leo Ortolani

La raccolta delle strisce pubblicate sulle pagine social di Leo Ortolani, all'inizio disegnate per gioco e poi diventate un appuntamento quotidiano imperdibile nei giorni della pandemia per condividere ansie, dubbi e soprattutto sdrammatizzare con un sorriso. Raccontato da Ortolani, perfino il coronavirus può diventare un tema esilarante e degno di un sano, liberatorio scherno.

Lockdown Heroes

05.08.2020

di Milo Manara

Un portfolio che raccoglie, in un prezioso cofanetto, 24 stampe di disegni ad acquerello su carta di pregio. Tutte con timbro a secco della firma di Manara. Un omaggio alle donne in prima linea nei giorni più duri della pandemia, da parte di un maestro indiscusso del fumetto e dell’illustrazione. In allegato, un fascicolo con un testo di Vincenzo Mollica e un’intervista esclusiva a Milo Manara a cura di Tito Faraci.

Vinili - Nuove uscite e ristampe

03.08.2020

Ecco le nuove uscite e ristampe in vinile degli artisti italiani. Molti dischi sono stati stampati in edizione limitata.

Musicultura 2020 - XXXI Edizione

02.08.2020

Questo disco è dedicato a Piero Cesanelli, direttore artistico di Musicultura dal 1990 al 2019, fino alla sua prematura scomparsa.

Ho conosciuto Piero grazie ad una canzone, quella che nel 1990 inviai alla prima edizione del concorso. Nei successivi trent’anni la passione per le canzoni è stata il lievito quotidiano della nostra amicizia e del nostro lavorare insieme. Anche a nome di Piero mi congratulo con gli artisti finalisti di questa XXXI edizione. Grazie per avere messo nelle vostre canzoni la dedizione che si dà alle cose che si amano. Ora sono canzoni pronte ad andare “per le strade, fra la gente”: buona fortuna!

Ezio Nannipieri, Direttore Artistico Musicultura

>> Playlist su YouTube

Gianni Maroccolo - Alone - Volume 4

02.08.2020

Mentre il lockdown cristallizzava il mondo, Gianni Maroccolo è riuscito a non stare fermo neanche un attimo, interpretando il tempo della paralisi come dimensione di incontenibile creatività. E così Marok ha portato al primo giro di boa il progetto "Alone". Pubblicato dalla Contempo Records “Alone - Volume 4” vede la partecipazione di una serie di ospiti davvero speciali: Don Backy, Matilde Benvenuti, Giorgio Canali, Flavio Ferri dei Delta V, Umberto Maria Giardini, L’Aura, Teho Teardo e il ritorno di Stefano Rampoldi in arte Edda (già ospite del Volume 1).

>> Playlist su YouTube

>> Video "Sognato (feat. Don Backy e Edda)"

Moder - Ci sentiamo poi

02.08.2020

“Ci sentiamo poi” è il nuovo lavoro di Moder, artista ravennate presente sulla scena rap dai primi anni 2000. Reduce dal successo del suo album d’esordio,”8 dicembre”, che lo ha portato a calcare innumerevoli palchi, Moder realizza un disco che racchiude 16 canzoni figlie di questo continuo non fermarsi. Ogni pezzo è una polaroid che racchiude in sé l’identità del suo creatore, la ricerca di ogni suono, di ogni nota è parte del suo vissuto e del suo DNA. Liquidando velocemente le distrazioni e le futilità con un classico “ci sentiamo poi” il rapper ha sentito la necessità di creare “canzoni” vere e proprie, togliendo il superfluo per lasciare solo ciò che serve e ciò che non si può tacere, senza scuse.

>> Playlist su YouTube

Achille Lauro - 1990

02.08.2020

"1990" è il primo lavoro discografico di Achille Lauro per Warner Music Italia, curato e realizzato in qualità di creative chief di Elektra Records. Lauro partorisce una nuova sensation della dancefloor grazie alla scoperta di "DIVA", con cui produce il nuovo album.

Il progetto discografico coinvolge alcuni tra i più importanti artisti della scena musicale italiana oltre al coinvolgimento di star internazionali del mondo della dance music. Il concept si rifà al periodo iconico degli anni '90 e completa un viaggio musicale nella dance iniziato con l'omonimo singolo "1990" ispirato a "Be My Lover" dei La Bouche.

>> Playlist su YouTube

>> Video "1990 (Back to Dance)"

Suburra - La Serie - Stagione 1

01.08.2020

di Michele Placido, Andrea Molaioli, Giuseppe Capotondi

con Alessandro Borghi, Giacomo Ferrara, Eduardo Valdarnini, Francesco Acquaroli

Tratta dall'omonimo romanzo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini ma ambientata molti anni prima, Suburra - La Serie, è una serie TV densa di azione, dramma e crimine, che racconta 20 giorni di disordini in 10 incredibili episodi diretti da Michele Placido, Andrea Molaioli e Giuseppe Capotondi.

I topi - Stagione 2

01.08.2020

di Antonio Albanese

con Antonio Albanese, Nicola Rignanese, Lorenzo Indovina

Dopo un lungo viaggio Sebastiano, Zio Vincenzo e U Stuorto sono arrivati al mare, ma per non finire in galera hanno dovuto mettersi subito alla ricerca di un nuovo rifugio.

Antonio Albanese – nuovamente nel ruolo di autore, regista e attore – torna ad animare il personaggio di Sebastiano, che ha portato con successo in televisione il racconto della mafia in chiave comica. Prosegue, quindi, l’esercizio narrativo ispirato ai tanti e fantasiosi sotterfugi escogitati dai veri boss latitanti per sottrarsi alla giustizia. Un esercizio originale da cui emerge l’inconfondibile lavoro di ribaltamento umoristico che caratterizza la serie sin dagli esordi e che torna ora con sei nuovi appuntamenti della durata di 30’ nel corso dei quali si sorride deridendo il mondo della criminalità organizzata e condannando le sue leggi e i suoi costumi.

Tornare

18.07.2020

di Cristina Comencini

con Giovanna Mezzogiorno, Barbara Ronchi, Beatrice Grannò, Vincenzo Amato

Napoli, anni Novanta. Alice (Giovanna Mezzogiorno), 40 anni, rientra dall’America dopo una lunga assenza. È morto il padre. Alice si ferma nella casa di famiglia, disabitata: con la sorella (Barbara Ronchi) hanno deciso di venderla, e occorre svuotarla degli oggetti di una vita, di tante vite. Ma, inaspettatamente, Alice scopre che la casa è abitata da una ragazza giovane e bellissima (Beatrice Grannò). Con lei inizia un dialogo intenso, come sembra promettente anche il legame che si crea con Marc (Vincenzo Amato), un uomo affascinante e gentile incontrato alla commemorazione del padre. Per Alice si schiude un mondo nuovo, intrigante e pericoloso, che apre squarci sul suo passato e sulla sua esistenza.

>> Trailer

Favolacce

18.07.2020

di Damiano e Fabio D'Innocenzo

con Elio Germano, Barbara Chichiarelli, Gabriel Montesi, Max Malatesta

C’era una volta una favola nera, ambientata nella provincia romana, tra la malinconica litoranea brutalmente costruita ed una campagna che è stata palude. Una piccola comunità di famiglie, i loro figli adolescenti, la scuola.

Un mondo apparentemente normale dove silente cova il sadismo sottile dei padri, impercettibile ma inesorabile, la passività delle madri, l’indifferenza colpevole degli adulti.

Ma soprattutto è la disperazione dei figli, diligenti e crudeli, incapaci di farsi ascoltare, che esplode in una rabbia sopita e scorre veloce verso la sconfitta di tutti.

>> Trailer

Salò o le 120 giornate di Sodoma (Versione integrale restaurata)

18.07.2020

di Pier Paolo Pasolini

con Paolo Bonacelli, Giorgio Cataldi, Umberto Paolo Quintavalle, Aldo Valletti, Caterina Boratto

La grande illuminazione di Pier Paolo Pasolini fu, per sua stessa ammissione, quella di calare il romanzo di De Sade nell'Italia Settentrionale durante l'occupazione nazi-fascista. Quattro uomini di potere della Repubblica di Salò fanno rapire alcuni giovani, maschi e femmine, sani e di bell'aspetto. Li fanno rinchiudere in una villa nei pressi di Marzabotto perché, in una sorta di Inferno dantesco, divengano vittime sacrificali dei loro desideri più abbietti, di sopraffazioni violente, di stupri crudeli.

Lucio Leoni - Dove sei pt.1

16.07.2020

Brillante, eclettico e visionario, Lucio Leoni spazia, con ironia e fantasia, dal teatro canzone al rap, dal folk alla canzone d’autore, approdando a uno stile proprio e riconoscibile che sintetizza poesia e sperimentazioni sonore.

Dopo l’uscita dell’album “Il lupo cattivo”, Lucio Leoni rilascia la prima parte del suo nuovo lavoro discografico. “Dove sei pt.1”. Lucio Leoni presenta i primi otto brani di un corpus di sedici, che si immergono nel dove del tempo e dello spazio.

>> Playlist su YouTube

>> Video "Il sorpasso (feat. C.U.B.A. Cabbal)"

Umbria Ensemble & Lucilla Galeazzi - Donna, voja e fronna...

16.07.2020

La rivisitazione di un viaggio etnomusicale iniziato negli anni Cinquanta del Novecento (con le registrazioni in Umbria di Diego Carpitella e Tullio Seppilli) per coronare un amore, altrimenti impossibile, tra le musiche orali della tradizione contadina centro-appenninica e i suoni di un ensemble di formazione classica.

Riccardino

15.07.2020

di Andrea Camilleri

L'ultima indagine del commissario Montalbano.

Anno 2005: Camilleri ha appena pubblicato La luna di carta. Sta lavorando alla successiva avventura della serie, ma in estate consegna a Elvira Sellerio un altro romanzo con protagonista il commissario Montalbano. Si intitola Riccardino. L’accordo è che verrà pubblicato poi, un domani indefinito, si sa solo che sarà l’ultimo romanzo della saga Montalbano.

Anno 2016. Sono passati 11 anni durante i quali sono usciti 15 libri di Montalbano. Andrea Camilleri sente l’urgenza di riprendere quel romanzo, che è venuta l’ora di «sistemarlo». Nulla cambia nella trama ma solo nella lingua che nel frattempo si è evoluta. Né muta il titolo che allora considerava provvisorio ma al quale ormai si è affezionato e che nel 2016 decide essere definitivo. Un titolo così diverso da quelli essenziali ed evocativi e pieni di significato ai quali siamo abituati, in cui risuonano echi letterari: La forma dell’acqua, Il giro di boa, Il ladro di merendine, L’altro capo del filo. Ma Riccardino segna quasi una cesura, una fine, ed è giusto marcare la differenza sin dal titolo.

Riccardino - Seguito dalla prima stesura del 2005

15.07.2020

di Andrea Camilleri

L'ultima indagine del commissario Montalbano in una edizione speciale in cui vengono presentate due versioni del romanzo, quella definitiva del 2016 e la prima scritta dall'autore nel 2005 e rimasta nel cassetto della casa editrice fino ad ora. Il lettore potrà così seguire i mutamenti di quella lingua individuale, unica, inventata da Andrea Camilleri e la sua evoluzione nel corso del tempo. Una sperimentazione alla quale lo scrittore teneva moltissimo e che viene resa così evidente dal confronto tra le due versioni.

Acqua in bocca (Edizione illustrata)

15.07.2020

di Andrea Camilleri, Carlo Lucarelli

Il 16 luglio 2020, alla vigilia del primo anniversario della morte di Andrea Camilleri, uscirà nelle librerie italiane un volume unico nel suo genere: il libro d’arte della versione grafica di "Acqua in bocca", a dieci anni dall’uscita del romanzo epistolare scritto a quattro mani da Andrea Camilleri e Carlo Lucarelli.

Storia di un figlio - Andata e ritorno

15.07.2020

di Fabio Geda, Enaiatollah Akbari

"Nel mare ci sono i coccodrilli. Storia vera di Enaiatollah Akbari" – bestseller amato e letto in tutto il mondo – termina nel 2008, quando Enaiat parla al telefono con la madre per la prima volta dopo il lungo e avventuroso viaggio che dall’Afghanistan l’ha condotto in Italia, a Torino. Ma cosa e? successo alla sua famiglia prima di quella telefonata? In quali modi e? rimasta coinvolta dalla “guerra al terrore” iniziata nel 2001? E com’e? cambiata la loro vita e quella di Enaiat da quando si sono ritrovati fino a oggi, al 2020?

Non sei mai stato a Firenze se... 4 passeggiate fuori dai soliti giri turistici

14.07.2020

di Wikipedro

Una guida pratica, piena di storie, aneddoti e chicche per scoprire Firenze attraverso 4 passeggiate fuori dai soliti giri turistici.

- I 4 quartieri storici
- Fuori dalle mura
- Se sei innamorato
- Se viaggio con i bambini
- Il calendario del perfetto fiorentino

e molto altro. Con Wikipedro come guida personale.

Accadde domani - Scritti quasi profetici

14.07.2020

di Luciano De Crescenzo

"Oggi, rileggendo gli articoli che ha scritto tra la fine degli anni Settanta e i primi anni del Duemila, mi sono accorta che alcuni temi da lui approfonditi, come per esempio l’omosessualità, il nucleare, l’inquinamento, la corruzione, o ancora l’influenza della tecnologia nei rapporti sociali, il problema delle carceri e la cosiddetta “questione meridionale”, sono ancora al centro di accesi dibattiti. Perciò ho deciso di selezionare e raccogliere questi suoi articoli in un unico libro, per ripercorrere le riflessioni di un uomo che ha osservato il mondo con curiosità, ma soprattutto ha provato a spiegarlo ai suoi lettori, invitandoli a ragionare su ciò che sarebbe accaduto nel prossimo futuro."

Paola De Crescenzo

Tre passi per un delitto

14.07.2020

di Cristina Cassar Scalia, Giancarlo De Cataldo, Maurizio De Giovanni

Una giovane bellissima, che lavora nel mondo dell'arte, viene uccisa nel proprio appartamento a Roma. Tre personaggi coinvolti per ragioni diverse nell'omicidio forniscono la loro interpretazione dei fatti. Chi nasconde la verità. Chi la manipola. Chi sembra non curarsene.

Il commissario Davide Brandi è un poliziotto molto abile, e molto ambizioso. È lui che conduce le indagini. A dargli la parola è Giancarlo De Cataldo.

Marco Valerio Guerra è l'amante della vittima. Un uomo d'affari ricchissimo, potente, odiato. A dargli la parola è Maurizio De Giovanni.

Anna Carla Santucci è la moglie di Guerra. Scoprire il tradimento del marito non l'ha stupita affatto. A darle la parola è Cristina Cassar Scalia.

Le loro versioni non concordano. Ma tutte rappresentano un piccolo passo per arrivare alla soluzione del caso.