cover of article Stil: Jazz
1.A-Chab
2.Mare calmo
3.Fleurette Africaine (African Flower)
4.Extra Sensorial Perception (ESP)
5.Misterioso
6.Little Smiles
7.Mare di mezzo
8.Sky and Sea (Blue in Green)
9.G Blues (Voyage au bout du blues)
10.Bridge Over Troubled Water
11.Ithaka
12.Bridge over the Maelstrom

WG Image CD CHF 26.50

Links

>> Facebook

Bemerkungen

Nel 1519, mentre il sogno di Leonardo da Vinci di volare si stava estinguendo, Magellano, Elcano e Pigafetta iniziarono il loro primo viaggio intorno al mondo. Nel 1619 la prima nave di schiavi sbarcò a Jamestown; allo stesso tempo, i Padri Pellegrini ottennero una concessione dalla Virginia Company per un appezzamento di terra nella Hudson Valley. Nel 1719 nacque Robinson Crusoe; nel 1819 il Capitano Achab salpò. Nel 1919 Lennie Tristano nacque a Chicago, un figlio di immigrati che sfidarono il Maelstrom per giungere dall’Italia; lo stesso anno, un altro italo-americano, Nick La Rocca, fece il viaggio inverso, commosso dall'entusiasmo per una strana musica che aveva creato, o almeno così affermava di aver fatto. Nel 1969 Neil Armstrong sbarcò nel calmo “Mare della Tranquillità”; nel 2019 molte persone continuano a nascere e morire nel Mar Mediterraneo...

Queste sono le note di copertina che introducono il nuovo viaggio sonoro della Lydian Sound Orchestra registrato in studio nel giugno 2019 all’Auditorium Parco della Musica. Un viaggio attraverso composizioni originali di Brazzale e Duke Ellington; Wayne Shorter, Thelonius Monk, Miles Davis, Paul Simon e altri. É il secondo album dell’orchestra prodotto dalla Parco della Musica Records, il precedente “We Resist” è stato accolto con grande entusiasmo da critica e pubblico e usciva a due anni di distanza dall’ uscita discografica “Music for Lonely Souls” che gli fruttò il Top Jazz 2016 come Miglior Formazione dell'anno. Come spiega Riccardo Brazzale: “L’idea del viaggio credo sia particolarmente propria di chi è musicista nel nostro mondo del jazz. Così, in questo 2019 che ricorda così tanti viaggi significativi, da quello di Magellano e Pigafetta, il primo intorno al mondo, a quella di Neil Armstrong, primo uomo sulla Luna, passando per la prima nave di schiavi approdata in Virginia ma anche per l’incredibile avventura del capitano Achab, mi pareva bello che ci si incrociasse con il viaggio della Lydian partito giusto trent’anni fa. Credo che questo Mare 1519 dia un’immagine in qualche modo diversa, eppure coerente, del lydian sound, comunque in tutti i casi quella di un’altra tappa verso un'Ithaka destinata a essere per sempre una percezione extrasensoriale irraggiungibile”.