Redska 2012
La rivolta One Step Records
cover of article Style: Punk, Ska
1.Sounds of Revolution
2.Legato dalla lega
3.Bastardi senza gloria
4.Hooligan Rudeboys
5.Lettera a sua santita
6.Studente precario rivoluzionario
7.From the Crane
8.La rivolta
9.Quello che sei
10.Riot Radio
11.White Riot
12.Eroi
13.Natura
14.Vivo-Steady

WG Image CD CHF 20.40

Links

-

Notes

Terzo atto per i RedSka che presentano nel 2012 il nuovo album 'La rivolta'. I RedSka hanno dedicato gran parte del loro decimo anno di vita (il 2011) nel produrre un album il cui sound è nato on the road, durante i 4 anni di tour che hanno seguito l’uscita del precedente CD 'Le mie prigioni'. Nel nuovo album si concentrano tutte le suggestioni, le influenze e le esperienze che hanno visto la band percorrere l’Europa in ogni direzione. I testi, prendendo spunto dalle cronache di questi anni, seguono la strada maestra dell’impegno sociale e politico, con nette posizioni antifasciste, antirazziste, antisessiste, contro il capitalismo ed il sistema che stanno distruggendo il pianeta, contro un apparato religioso (per lo più cattolico) che sta parassitizzando la società italiana. Le parole del Subcomandante Marcos introducono la prima traccia 'Sounds of Revolution', strumentale di apertura che regala una panoramica del suono e della potenza contenuti nel cd: un perfetto incastro di punk, reggae, ska e raggamuff; Rude Hi-Fi, dj e cantante de La Maquina; Valerio, cantante degli Offenders, band ska 2-tone italo-tedesca.