cover of article Style: Indie, Reggae, Ska
1.Movimento lento
2.Romareggaeroots
3.Libera
4.Quello che io cerco
5.Se voi cambià
6.Soleluna
7.Nina
8.La guerra di Tore (Burning Fire)
9.L'acqua
10.Piazza Giuliani
11.Ya basta! / Tierra y libertad
12.Tuta e pigiama
13.La Skampagnata
14.Stand By

WG Image CD CHF 16.30

Links

>> Facebook

Notes

Per molti aspetti 7 è il loro lavoro più maturo e completo, perfettamente in grado di ricevere sia il consenso di tutti quelli che sono stati al loro fianco per tutti questi anni e sia di quelli che si avvicineranno allo stile delle 'Radici' per la prima volta. Il titolo dell’album evidenzia che questo è il settimo capitolo della loro discografia ma al tempo stesso il 7 è un numero primo, un numero magico e inoltre sul palco la band è composta da sette elementi. Il cerchio è chiuso. A cinque anni dal loro ultimo album di inediti ('Il paese di Pulcinella'), i Radici nel Cemento tornano finalmente con un disco con 14 pezzi originali, molto suonato, curato in ogni dettaglio con tematiche e stili che variano dal roots reggae ('Movimento lento', 'Libera', 'Soleluna') al rocksteady ('Romareggaeroots'), ska ('Quello che io cerco', 'Nina', 'La Skampagnata'), calypso ('Tuta e pigiama'),e reggae militante ('L'acqua', 'La guerra di Tore', 'Piazza Giuliani', 'Ya basta!'). (Fonte: Goodfellas)