Il nostro desiderio di diventare rondini - Poesie e lettere Garzanti
cover of article Reparto: Biografie, Poesia

Descrizione

A cura di Gabriella Palli Baroni

«Mi sembra d’essere sicuro ora che ho te, d’essere sulla terra ferma.»
28 gennaio 1934

«Sei talmente entrato nel mio cuore che non sarò mai proprio sola.»
20 febbraio 1934

Quella tra Attilio Bertolucci ed Evelina – detta Ninetta – Giovanardi è stata una storia d’amore lunga, appassionata, mai interrotta, straordinaria per intensità e qualità d’affetti, e accompagnata per decenni da centinaia di lettere manoscritte pubblicate qui per la prima volta. A Ninetta, conosciuta tra i banchi del liceo, il poeta apre non solo il cuore, ma comunica speranze, debolezze, sogni; lei a sua volta è un’innamorata onesta e lucida, che sembra accompagnare le bizzarrie dell’amato con indulgenza, comprensione e tenerezza. In questo carteggio, integrato con le molte poesie che Attilio dedicò a Ninetta, prende così vita un vero e proprio romanzo che attraversa gli anni del corteggiamento, i periodi di lontananza, la dolcezza della vita matrimoniale. Dallo scambio di opinioni sulle passioni comuni – la musica, il cinema, la letteratura – e dalla continua evocazione dell’amore per la moglie, emerge il ritratto inedito e delicato di uno dei più grandi poeti della nostra letteratura.
WG Image Libro CHF 58.30

Links

-

Dettagli/Note

Collana: Saggi / Pagine: 528