Atlas  Novità  Ribéss Records
cover of article Genere: Elettronico, Musica d'autore, Trip Hop, Dubstep
1.Atlantide
2.Falso ricordo
3.Frontiera
4.I nostri resti
5.Il rumore del tempo
6.Cosa rimane
7.La nona onda
8.Esodo
9.Non siamo soli
10.L'avvento dei futuri

WG Image CD USD 45.00

Condividere

Note

Questo è senza dubbio un disco coraggioso e che vive fuori dal tempo. Anzi, è un disco che viene da un posto dove forse il tempo si è fermato.

"Atlas" è un album che parla di un viaggio iniziatico, quello del suo stesso autore. E come ogni viaggio iniziatico, va al di là del proprio tempo. Tra cantautorato ed elettronica, minimalismo e ambient, i riferimenti di Pieralberto Valli spaziano dall'art-pop degli anni ’80 al cantautorato italiano più rigoroso e profondo, metabolizzando e reinterpretando tutto in modo personale sia dal punto di vista sonoro che lirico.

"Atlas" è cantato in italiano, predilige il pianoforte per le sue melodie, piega a sé l’elettronica, ma non strizza mai l’occhio al mondo sintetico del pop odierno. È pop su un sentiero alternativo.

"Atlas" come Atlante, il titano che regge sulle spalle il mondo, ma anche come “collezione di mappe”, le mappe usate dal navigatore-musicista per raggiungere il senso delle cose, senza l’ossessione di esserci, di piacere.

(Fonte: Audioglobe)