Quattro quartetti (di Thomas S. Eliot)  Novità  42Records
cover of article Genere: Letteratura, Post-Rock
1.Burnt Norton
2.East Coker
3.I Dry Salvages
4.Little Gidding

WG Image CD USD 33.20

Condividere

Note

Un viaggio dal cuore del cosmo, un luogo segreto dello spirito.

Ci vuole coraggio a decidere di prendere un classico letterario del ‘900 – i “Quattro quartetti” del poeta e critico letterario statunitense T.S. Eliot – e reinterpretarlo in maniera completamente inedita.

Coraggio che evidentemente non manca ad Emidio Clementi (Massimo Volume, Sorge) e Corrado Nuccini (Giardini Di Mirò) che proprio dalla rielaborazione dei “Quattro quartetti” decidono di ripartire dopo avere iniziato a collaborare per lo spettacolo/reading tratto da “La ragione delle mani” (raccolta di racconti firmati proprio da Emidio Clementi e pubblicati da Playground) e per “Notturno americano” dove la scrittura di Clementi intrecciava il suo percorso con quella di Emanuel Carnevali in quello che voleva essere a tutti gli effetti un tributo all’autore e un omaggio alla letteratura americana, di ventato poi anche un disco uscito per Santeria/Audioglobe. Un percorso nato da un’amicizia e che arriva a compimento ora con quello che è a tutti gli effetti il primo disco ufficiale firmato in coppia dal duo. Un lavoro che è a sua volta un vero e proprio disco che ha senso anche come opera a sé pure per chi non possiede alcuna confidenza con il poema di Eliot, qui declamato alla perfezione da Emidio Clementi su una traduzione Garzanti del 1994.