Sconfinando (Vinile) Alabianca
cover of article Genere: Musica d'autore
Vinile 1 - Lato A
1.Stringimi forte
2.Questo vivere
3.Piano più piano
4.Fine primo tempo

Vinile 1 - Lato B
1.Arte
2.Deborah
3.Giornata al mare
4.Stop and Go

Vinile 2 - Lato A
1.Gnè gnè
2.Come è bella la luna
3.La blu dalle persiane verdi
4.Dondolo con te

Vinile 2 - Lato B
1.Passano le nuvole
2.Antoine
3.Ricordati
4.Je reste là

WG Image LP USD 62.40

Condividere

Links

>> Facebook

Note

“Sconfinando”, il nuovo album di Giorgio Conte, include 16 brani registrati con l’Orchestra sinfonica ‘Duchessa di Parma’: inediti e cover di suoi grandi successi autorali in precedenza interpretati da altri artisti (taluni scritti assieme al fratello Paolo) e qui riproposti in versione sinfonica.

Oltre al CD, il doppio vinile da 180gr. con la prestigiosa copertina appositamente disegnata da Ugo Nespolo con tavola interna in omaggio.

Qualcuno potrebbe obiettare che il titolo “Sconfinando” non c’entri niente con le canzoni contenute nell’album, per lo più a sfondo amoroso-esistenziale. E’ vero, ma chi l’ha detto che un titolo debba rispecchiare i contenuti? L’importante è che, in sé e per sé, sia un bel titolo, e “Sconfinando” lo è! E poi mi è stato suggerito da uno che se ne intende…., tempo fa, in procinto di varcare il confine italo-svizzero attraverso la barriera di Brogeda, squilla il cellulare: è il carissimo Vincenzo Mollica che mi segnala la recensione del mio album “Cascina Piovanotto” (era il 2014) nella sua rubrica DORECIACKGULP. Lo ringrazio… mi chiede: “Hai detto sconfinando ? Potrebbe essere un bel titolo per il tuo prossimo album!!!”.

A ben vedere, in questo album c’è effettivamente un mio personale “sconfinamento artistico”. Sono uscito, dal recinto sonoro delle mie precedenti produzioni addentrandomi in una sconfinata prateria di suoni sinfonici…. Questo mio andare verso altri orizzonti è stato possibile grazie alla complicità di gusto e di intenti di cui è stato capace il M° Alessandro Nidi che ha suonato il pianoforte, curato gli arrangiamenti e diretto l’Orchestra Sinfonica “Duchessa di Parma” da par suo…

"Sconfinando" è un album sontuoso...più lo guardo e più mi attrae...più lo ascolto e più mi sorprende... un "doppio" nel gran ritorno al glorioso vinile, sicché la copertina di Ugo Nespolo risalta come merita, in un caleidoscopio di colori e forme geometriche tipiche del suo inconfondibile stile.

Scrigno piatto che contiene care vecchie mie canzoni rivisitate e nuove canzoni messe lì per STUPIRE: "Deborah", un R&B (memorabile la versione di Wilson Picketts al Festival di S.Remo n.18 ), in "Sconfinando" invece diventa una lenta, fascinosa milonga grazie alla rivisitazione pianistica di Alessandro Nidi. CONFORTARE: mi riferisco a "Stringimi forte ", un’ accorata versione sinfonica che ben sottolinea l'amoroso invito; RALLEGRARE:"Gnè gnè " diventa un can can ironicissimo e scoppiettante, pieno di brio ed invenzioni strumentali.

Ho parlato di ‘album sontuoso’ e lo ripeto, dal respiro sinfonico inaspettato (l'Orchestra Duchessa di Parma diretta da Alessandro Nidi ha giocato sapientemente con le mie storie e le mie melodie). Grazie a questa Orchestra ho oltrepassato i margini sonori a me consueti, ‘sconfinando’ verso nuovi, agognati orizzonti.