Vol.1 - Che gli dei ti proteggano (Vinile)  Novità  AMS
cover of article Genere: Progressive
Lato I
1.Ouverture Colossale
2.La lotta
3.Che gli dei ti proteggano
4.Fedeli alla Flaminia
5.Ciclopico
6.Le vestali
7.Le calde notti della regina di Lidia

Lato II
1.Macigno
2.La galea
3.Marcia virile
4.L'oracolo italico
5.Finale Colossale

WG Image LP USD 47.10

Condividere

Links

>> Facebook

Note

"Vol.1 - Che gli dei ti proteggano" è il disco che non ti aspetti dal personaggio che non ti aspetti. Dietro lo pseudonimo di Torso Virile Colossale si cela Alessandro Grazian, classe 1977, artista a tutto tondo, autore di diversi album solisti, produttore, compositore di colonne sonore e pittore/disegnatore: un progetto che nasce nel 2008, ma che comincia a concretizzarsi solo dopo diversi anni dedicati a un attento approfondimento della materia su cui è basato questo album: il "Peplum", sottogenere cinematografico italiano dei film storici in costume con immaginario mitologico a cavallo tra anni '50 e '60. Non solo musiche e arrangiamenti sono opera sua, ma anche le illustrazioni e il layout grafico del disco.

"Che gli dei ti proteggano" consta di 12 brani strumentali (non a caso quanti le leggendarie fatiche di Ercole) che non hanno intenti filologici rispetto alle opere sinfoniche che caratterizzavano le colonne sonore originali del genere, ma che vogliono essere un’ideale fusione tra i mondi epici e solenni propri di questo cinema, le soundtrack anni '60 e un’estetica più contemporanea che ruota attorno a chitarre elettriche dalle accordature aperte, tutte suonate da Grazian, e suggestioni proto-metal, stoner e psichedeliche.

La volontà alla base del progetto è quella di evocare il mondo di questi film attraverso alcune soluzioni armoniche e alcuni elementi timbrici (timpani e ottoni) ma allo stesso tempo declinare il tutto in un sapore diverso creando alcuni cortocircuiti. L’immaginario perciò è a tratti vigoroso e a tratti onirico, con l’intento di essere paesaggio sonoro per poderosi eroi, dive dall'inarrivabile fascino, crudeli tiranni, gladiatori, tribù oppresse e pura azione. Le atmosfere e i titoli dei brani sono densi di elementi tipici del genere: le lotte, gli dei, gli oracoli, le seduzioni, le marce degli eserciti antichi e molto altro. Il "Vol.1" compreso nel titolo dell'album lascia intendere come, nelle intenzioni del suo creatore, si tratta solo del primo tassello di un progetto più ampio.

La produzione dell'album viene curata da Alessandro Grazian assieme ad Antonio 'Cooper' Cupertino, produttore e fonico tra i più attivi nel panorama italiano, che di Torso Virile Colossale realizza le registrazioni e i mixaggi presso il San Pedro Studio di Milano.

Tra i vari ospiti coinvolti nella realizzazione di questo disco troviamo:

Mario Arcari
musicista di confine tra la classica, il jazz e la musica contemporanea, collaboratore storico in dischi e tournée di Fabrizio De André, Ivano Fossati e tanti altri pilastri della musica italiana

Olga Mazzia
Prima Arpa alla Scala di Milano

Nicola Manzan
polistrumentista, con all’attivo svariate collaborazione, fondatore di Bologna Violenta, progetto musicale in bilico tra grindcore e l’avant-garde metal

Francesco Chimenti
violoncellista, figlio d’arte di Andrea Chimenti, fondatore della band Sycamore Age

Raffaele Kohle & Luciano Macchia
ottoni, membri e fondatori degli Ottavo Ritcher

Alessandro Perissinotto
timpanista e percussionista collaboratore dell’Orchestra Verdi di Milano

(Fonte: BTF)