Fabulae (Italian Version)  Novità  Owl Records
cover of article Genere: Acustico, Folk, Musica d'autore, Progressive, Sperimentale
1.Il risveglio della lupa
2.La stanza di Barbablù
3.Bianca dea
4.La fanciulla alata
5.Un cigno non può essere un'anatra
6.Il tamburo della Sciamana
7.La pelle dell'anima
8.Il giorno della luna
9.Algoritmo: Un ponte tra i due mondi
10.La signora Yin e il signor Yang
11.Gli alchimisti
12.Moonchild
13.To Absent Friends

WG Image CD + Libro USD 45.00

Condividere

Note

Dopo un lungo silenzio durato oltre un lustro - il precedente "Milioni di lune" fu pubblicato nel 2012 - torna sulle scene l'eclettica artista Paola Tagliafero con la sua nuova creatura "Fabulae", il suo progetto più ambizioso di sempre, frutto di una lunga ed elaborata gestazione durata tre lunghi anni. Nello stesso 2012 avvenne il primo incontro propulsore fra Paola e Greg Lake degli EL&P, il quale la convinse ad avere fiducia in sé stessa e ad immergersi in questa nuova avventura.

In “Fabulae” si fondono allegorie, simboli e suoni esoterici. Percorsi guidati da testi importanti di filosofia Zen, Buddismo, Induismo, psicologia e da studi e ascolti musicali dell’antico canto Dhrupad, dei classici europei, delle sperimentazioni dei compositori del primo novecento, del rock progressive degli anni ’70, dell’avanguardia, fino ad arrivare a improvvisazioni spontanee contemporanee.

Un lavoro realizzato in totale autarchia creativa, con Paola nelle vesti di polistrumentista e coordinatrice principale e diversi contributi esterni, materiali e spirituali. In primis Pier Gonella, chitarrista e ingegnere del suono, ha curato tutti gli arrangiamenti insieme a Paola e ha registrato il disco presso il suo studio MusicArt a Rapallo (GE); nel disco troviamo poi il Maestro Akhilesh Gundecha (pakhawaj, tipica percussione indiana), Giuliano Palmieri (soundscape elettronici e pianoforte), Giulia Ermirio (viola), Roberta Righetti Namastè (violino), Luigi Jannarone (voce) e Angelo Contini (didgeridoo). Paola Tagliaferro si è personalmente occupata di tutti gli altri strumenti: chitarra, dulcimer, zither, campana tibetana, o campane a vento, tampura, cayon, calimba, sassi marini, bacchette, cembalo e nacchere. Bernardo Lanzetti, è inoltre autore del brano “To Absent Friends”.

"Fabulae", nonostante la varietà di strumenti musicali utilizzati e la presenza di svariati artisti, è un album acustico e minimalista; un lavoro che non nasce solo dall'introspezione e dalla meditazione, ma anche dal desiderio di condivisione di un'ispirata autrice che, appagando le proprie esigenze artistiche e umane, indica una possibile via di fuga verso la serenità.

Il disco è accompagnato da un 'quaderno guida' che ha lo scopo di condurre l'ascoltatore lungo il percorso tracciato dai brani di "Fabulae", e sia CD che quaderno sono disponibili in versione bilingue, italiano e inglese.