Donna, voja e fronna...  Novità  Crinali, Squilibri
cover of article Genere: Ethno, Folk
1.E me ne vojo annà
2.Dialoghetto
3.Lo benedico lo fiore di canna
4.Caruccio appassionato
5.Lo benediri lo fiore di l'olmo
6.Mazzetto di viole e 'n filo nero
7.Vatti a vestì Susanna
8.Ninnananna pupo bello / Turutù
9.Tratto II
10.A modo di saltarello
11.Alzando gl'occhi al cielo
12.Bondì e bongiorno mia bella signora
13.Ecco che la sposetta (Rinello)
14.C'erano due sorelle (Cecilia)
15.Quando che santa Barbara
16.Già condannato il figlio
17.Stabermater
18.E le stelle del cielo son quaranta
19.E lo mio amore non viene e non manda
20.Che bel sereno, che lume di stelle

WG Image CD + Book CHF 26.90

Links

-

Note

Formato 14X14, 48 pagine, con 8 foto a colori

La rivisitazione di un viaggio etnomusicale iniziato negli anni Cinquanta del Novecento (con le registrazioni in Umbria di Diego Carpitella e Tullio Seppilli) per coronare un amore, altrimenti impossibile, tra le musiche orali della tradizione contadina centro-appenninica e i suoni di un ensemble di formazione classica.

Un progetto di Piero G. Arcangeli per una relazione feconda e dagli esiti sorprendenti nelle diverse possibilità di approccio, dalla più godibile alla più spericolata, e nelle svariate combinazioni tra le fonti originali – restituite da una voce di connaturata autenticità e pertinenza stilistica, come quella di Lucilla Galeazzi – e le interferenze in contrappunto di cameristi di chiara fama – i componenti dell’UmbriaEnsemble – chiamati a misurarsi per una volta con l’altra musica.

Una sorta di registrazione live, infine, di una performance concertata che l’ascolto indiretto consegna alla ciclicità della memoria: è musica del nostro tempo, quando torniamo ad amarla, fascinosa quanto utopica immagine di quel che siamo e proviamo a diventare.