La buona novella dal vivo Iceberg
cover of article Genere: Cantautoriale
1.Laudate Dominum
2.L'infanzia di Maria
3.Il ritorno di Giuseppe
4.Il sogno di Maria
5.Ave Maria
6.Maria nella bottega d'un falegname
7.Via della croce
8.Tre madri
9.Il testamento di Tito
10.Laudate hominem

WG Image CD CHF 30.50

Note

Il 23 ottobre 2010 i Perturbazione si esibirono dal vivo proponendo "La buona novella" di Fabrizio De André, a 40 anni dalla sua comparsa nei negozi. Accanto a loro Nada e Alessandro Raina del gruppo Amor Fou, il fisarmonicista Dario Mimmo, l'attrice Paola Roman - che leggeva brani tratti dai vangeli apocrifi - e Don Carlo Maria Scaciga, incaricato di introdurre la serata. Fu un evento unico, mai più ripetuto e che ora viene pubblicato per la prima volta su CD ed LP da Lorenzo 'Loz' Ori e Cristiano Lo Mele. L'esecuzione dal vivo de "La buona novella" di Fabrizio de André venne commissionata da Alberto Jona, musicologo, su incarico della Scuola Holden di Torino in occasione del restauro delle Cappelle del Sacro Monte di Varallo Sesia. Alberto contattò i Perturbazione (la band che accompagna Cristiano De André nelle sue tournée) domandando loro se fossero interessati al progetto. Stimolati da questa nuova sfida e con una gran voglia di mettersi in gioco, la band contattò Nada e Alessandro Raina, una sorta di tramite tra generazioni assai diverse, così come sono diverse le generazioni descritte nel disco: una bimba, un anziano, un uomo di mezz'età e una madre - così da offrire al pubblico un affresco sonoro più ampio e composito di questo splendido lavoro. "La buona novella" è un lavoro del 1970 ed è il quarto album di Fabrizio De André. Sicuramente è il suo concept album più riuscito. Un'opera di grande impatto e spessore musicale grazie alle parti un po' folk e a quelle orchestrate da Gian Piero Reverberi. È la sua visione anarchica, laica e terrena del mondo ed è l'album che De André ha sempre definito «il mio lavoro migliore»! È un disco rivoluzionario, proprio come Gesù che Fabrizio definì «il più grande rivoluzionario della storia».